L'angolo dei TopoliniRecensioni

Play Modena 2024: il resoconto parte 2

Anche il secondo giorno a Play Modena 2024 è stato intenso dal punto di vista dei giochi provati. Essendo in famiglia, ci siamo dedicati a titoli più semplici e di durata contenuta, alcuni anche prettamente per bambini. Ecco qui il resoconto.

My shelfie: the dice game

Play Modena 2024 - My shelfie: the dice game

Versione roll and write di My shelfie, realizzata da Simone Luciani per Cranio Creations. In questo gioco abbiamo plance costituite da cinque righe, i cinque piani di una libreria, ciascuno con un tipo di oggetti: gatti, libri, giochi, piante e trofei. Nel proprio turno il giocatore lancio dei dadi. Ha a disposizione due rilanci per creare set di elementi uguali da segnare sulla sua plancia. In ogni turno ne può segnare fino a tre. La sesta faccia del dado presenta un jolly. Si può usare un solo jolly per set, e mai dei jolly da soli, non accompagnati da almeno un oggetto. Quando un giocatore completa una riga o colonna, gli altri sono costretti a crocettare le caselle ancora vuote e si fanno punti solo se si sono cerchiati almeno tre oggetti nella riga o colonna. Il gioco termina quando un giocatore completa due righe.

Cosa ne penso: Gioco semplice e ingegnoso, anche più carino rispetto al My shelfie originale (di cui trovate la recensione e il tutorial qui).

Party lines

Party game in cui un giocatore deve indovinare cosa disegnano gli altri. No, non è per niente simile a Pictionary, è più veloce ma anche ben più difficile. L’elemento da disegnare viene selezionato da un mazzo di carte (ce ne sono davvero tante, ciascuna con cinque opzioni). E qui la parte facile finisce. I giocatori che disegnano aggiungono, a turno, un pezzetto di disegno. Sono vincolati a poter tracciare solo due linee rette o una linea curva. Fatto ciò, si hanno due tentavi per indovinare. Se non ci si riesce, il disegnatore successivo aggiungerà un pezzo, ma con la difficoltà di dover disegnare su una diversa scheda trasparente che poi verrà sovrapposta a quelle già presenti. Quindi bisogna cercare di prendere bene le misure a occhio, e anche di far corrispondere le visioni dell’oggetto dei diversi disegnatori. Gioco per 3-8 giocatori edito da Cranio Creations.

Cosa ne penso: divertente per gruppi di amici di ogni età e per le famiglie. Non è il mio genere, ma qualcosa siamo riusciti a indovinarlo.

Fantascatti

Fantascatti - Play Modena 2014

Gioco di velocità in cui si gira una carta e bisogna essere i più veloci a prendere l’oggetto giusto, che può essere quello correttamente raffigurato nella carta (è presente l’oggetto con il colore giusto) o quello mancante nella carta (non sono presenti né l’oggetto né il colore). Chi ci riesce prende la carta, chi prende un oggetto sbagliato deve dare a chi ha preso l’oggetto giusto una delle proprie carte. Una volta che il mazzo è esaurito, chi ha più carte è il vincitore. Per 2-4 giocatori a cura di Giochi Uniti

Cosa ne penso: divertente da giocare in famiglia con i bambini.

Bicchieri sprint

Play Modena 2024 - Bicchieri sprint

Gioco di disposizione spaziale e velocità in cui ogni giocatore ha cinque bicchieri di colori diversi. Si gira una carta e bisogna sistemare i bicchieri nel modo indicato, in fila in un certo ordine, uno sopra l’altro o in altre configurazioni. Il primo che ci riesce ottiene la carta, e chi ha più carte a fine partita vince. Notare che le carte non rappresentano bicchieri, ma altri oggetti, di cui bisogna valutare il colore e la posizione per poi riprodurle in modo corretto. Per 2-4 giocatori a cura di Giochi Uniti.

Cosa ne penso: mica facile come sembra. Richiede le stesse competenze di Fantascatti ma ci aggiunge la parte di configurazione dei propri oggetti. Carino il fatto che è stata nostra figlia a spiegarcelo, perché lo aveva già provato con delle amiche.

Scaccia i mostri

Play Modena 2024 - Scaccia i mostri

Titolo di Ghenos Games per 1-6 giocatori a partire dai 4 anni. I mostri cercano di invadere la cameretta di un bambino addormentato per spaventarlo. Ogni mostro ha paura di un certo oggetto, che si trova nella cameretta. Gli oggetti sono rappresentati da tessere che stanno coperte. Al proprio turno il giocatore ne può girare tre. Se trova l’oggetto giusto, il mostro finisce nell’armadio, altrimenti resta di fianco al lettino. Quando il mazzo si esaurisce, i giocatori vincono se ci sono più mostri nell’armadio che di fianco al letto.

Cosa ne penso: titolo collaborativo di memoria adatto ai più piccini.

Monstrolicious

Play Modena 2024 - Monstrolicius Titolo di Asmodee per due giocatori a partire dagli 8 anni. In questo gioco di bluff e strategia ogni giocatore ha tessere mostro numerate tutte diverse e una bomba da giocare in appositi spazi, davanti a golosissimi dolci. Le carte vengono giocate coperte, una alla volta. Solo quando arriva un secondo mostro davanti allo stesso dessert esse vengono rivelate e il mostro più debole viene scartato. Più si procede verso i dolci più succulenti, più si fanno punti, ma bisogna giocare con cautela per cercare di non essere scacciati. Attenzione anche alle bombe, che possono eliminare qualsiasi mostro.

Cosa ne penso: giochino strategico adatto non solo ai bambini, in cui servono memoria, scaltrezza e un pizzico di fortuna.

I tre porcellini

Play Modena 2024 - I tre porcellini

Gioco puzzle per un giocatore con 48 livelli di difficoltà crescente da superare. Il libretto illustra dove piazzare i porcellini e/o il lupo. Poi bisogna sistemare tutti i pezzi con le casette, lasciando fuori i porcellini se il lupo non c’è e mettendoli al sicuro in casa se il lupo è presente. Gioco della linea Smart Games di Mancalamaro, consigliato a partire dai 3 anni.

Penguins on ice

penguins on ice

Un altro gioco puzzle per un giocatore, sempre della linea Smart games, ma questa volta a partire dai sei anni e adatto anche per gli adulti. 100 livelli, materiale ottimo, pezzi dalla forma modificabile.


Qui termina il mio resoconto di Play Modena 2024. Sono state due giornate intense e divertentissime e sono felice di aver potuto partecipare anche quest’anno. In un giorno e mezzo non si possono certo provare tutti i giochi interessanti presenti in fiera. Di alcuni di essi vi abbiamo già parlato e vi lasci qui il link alle recensioni:

Di altri ancora vi parleremo nei prossimi articoli (Apiary, Pianeti Sconosciuti, Barrio, Coney, Hexodus, ma anche molti altri, mica vi posso svelare tutto) 🙂

Come sempre, grazie per averci seguiti fin qui. Restate sintonizzati perché abbiamo tantissime cose di cui parlarvi.

Barbara Parutto

Fin da bambina Barbara è stata una grande appassionata di giochi da tavolo ed è cresciuta con i classici degli anni '80 e '90. Con il suo compagno ha iniziato a giocare a Magic e da lì al loro primo boardgame il passo è stato breve. Hanno una collezione di circa 300 giochi. Il topo di ludoteca è nato nella scatola di un gioco da tavolo, dove di notte si ritira per dormire. È molto curioso e ogni volta che vede un gioco nuovo gli fremono i baffi per la voglia di provarlo.