Meadow: Downstream – Recensione

Meadow: Downstream è un’espansione per Meadow ideata da Klemens Kalicki e portata in Italia da Asmodee. Meadow è un gioco di selezione carte e azioni tramite tessere in cui raccolgono carte animale e paesaggi nel corso di una passeggiata nella natura (qui potete leggere la nostra recensione).

Meadow Downstream è un’espansione nel vero senso della parola perché aggiunge una nuova parte di gioco molto ben integrata nel gioco base. Andiamo subito a scoprire come.

In kayak lungo il fiume

Meadow: Downstream aggiunge una plancia di gioco che rappresenta un nuovo elemento: il fiume (con due varianti su fronte e retro). Aggiunge inoltre un mazzo di carte fiume e una nuova tessera azione che consente di selezionare una carta della plancia fiume e poi giocare una delle proprie carte. Ma andiamo con ordine.

Meadow Downstream

La nuova plancia è divisa in due parti, una che ospita il mazzo e le carte e una che rappresenta il tracciato del fiume, lungo il quale i giocatori avanzeranno con la pedina dell’escursionista in kayak. Le carte fiume inseriscono un nuovo tipo di terreno, acquatico ovviamente, e nuovi animali e paesaggi, inserendo le icone Pesce e Monumento della natura.

LEGGI ANCHE...  Everdell - Recensione+video

Le carte Fiume si giocano con le stesse regole delle altre carte e le si può giocare quando se ne soddisfano i requisiti in termini di icone e tipi di terreni richiesti; tuttavia, anziché dare punti, danno passi sul tracciato del fiume, da 1 a 4. Procedendo sul fiume si ottengono punti progressivamente crescenti (max. 20 se si arriva all’ultima casella), azioni bonus, la possibilità di piazzare un segnalino obiettivo aggiuntivo da tre punti e le carte Diga dei castori, che si possono giocare nel proprio prato e offrono punti e icone cancello, e Tramonto (paesaggi che offrono punti decrescenti, da 4 a 1).

Meadow Downstream 4

Con le azioni le 1 e 3 del gioco base è possibile scegliere di prendere carte fiume anziché dalla plancia base o dai mazzi base.

Nella variante Rapide le azioni extra che si ottengono sono diversificate e in più procedendo è possibile ottenere i segnalini Pontile, che danno ciascuno un’azione bonus diversa, e Tenda che danno punti vittoria e/o azioni bonus. Questa variante è un po’ più complessa in quanto offre più scelta sulle azioni bonus da ottenere e quindi non è preferibile provarla dopo aver giocato un paio di partite con la variante Fiume lento. Vedrete infatti che già questa aggiunge un gran numero di scelte e possibilità rispetto al gioco base.

Meadow: Downstream 2

Meadow: Downstream – Materiali e grafica

Nella scatola di Meadow: Downstream troverete:

  • un tabellone fiume stampato sui due lati;
  • 55 carte mazzo Fiume;
  • 12 carte da aggiungere ai quattro mazzi del gioco base;
  • 4 carte di partenza Terreno acquatico;
  • 4 carte Tramonto;
  • 4 carte Diga dei castori;
  • 4 pedine Kayak;
  • un portamazzo;
  • 4 tessere azione fiume;
  • 1 segnalino obiettivo Pesce;
  • 2 segnalini cascata;
  • busta Z;
  • 8 tessere Strada;
  • 6 carte per modalità in solitario;
  • 4 segnalini bonus aggiuntivi;
  • 6 segnalini Tenda (per la variante Rapide);
  • 6 segnalini Pontile (per la variante Rapide);
  • regolamento.

Proprio come il gioco base, l’espansione presenta una grafica assolutamente magnifica, con tante illustrazioni che sono una vera gara per gli occhi, piccoli capolavori di estrema bellezza.

LEGGI ANCHE...  Harry Potter Hogwarts Battle: difesa contro le arti oscure - Recensione

Tutti i materiali di Meadow: Downstream sono ergonomici e di buona qualità. Le icone sono ben visibili sulle carte, i gettoni bonus sono un po’ piccoli ma di ottimo spessore, i portacarte robusti, le plance anch’esse di buono spessore. La qualità è quindi analoga a quella del gioco base e volendo è possibile far stare tutto nella scatola di quest’ultimo, anche con le carte imbustate.

Meadow: Downstream 5

I commenti del Topo di Ludoteca

Meadow: Downstream ha tutte le caratteristiche che apprezzo in un’espansione: inserisce un vero e proprio nuovo pezzo di gioco integrandosi in modo armonioso con il gioco base arricchendone l’esperienza senza alterarla, ma ampliandola e rendendole più strategica e ricca di scelte.

La meccanica dell’avanzamento sul fiume è interessante e consente di ottenere un buon numero di punti e azioni bonus utili, se ci si punta a sufficienza. In generale l’esperienza che ne risulta è davvero piacevole.

Meadow: Downstream 7

Notare che per poter giocare a Meadow: Downstream è necessario aver aperto la busta U del gioco base (Grandi incontri). Il fatto di poter optare per due varianti con plance differenziate aumenta ulteriormente la rigiocabilità e contribuisce a rendere ancora più memorabili le vostre avventure lungo il fiume. Molto carino anche il fatto che ci sia una nuova busta a tema, la Z, con carte extra da aprire dopo una gita al fiume.

Se avete apprezzato Meadow questa espansione è assolutamente da non perdere. Se ancora non lo conoscete, vi consigliamo assolutamente di provarlo.

Meadow Downstream

8.7

Esperienza di gioco

8.5/10

Materiali e grafica

9.0/10

Rigiicabilità

8.5/10

Pro

  • Si integra perfettamente con il gioco base arricchendolo
  • Splendide illustrazioni
  • Non aumenta eccessivamente il tempo di gioco

Barbara Parutto

Fin da bambina Barbara è stata una grande appassionata di giochi da tavolo ed è cresciuta con i classici degli anni '80 e '90. Con il suo compagno ha iniziato a giocare a Magic e da lì al loro primo boardgame il passo è stato breve. Hanno una collezione di circa 300 giochi. Il topo di ludoteca è nato nella scatola di un gioco da tavolo, dove di notte si ritira per dormire. È molto curioso e ogni volta che vede un gioco nuovo gli fremono i baffi per la voglia di provarlo.